«

»

Giu 16

Stampa Articolo

I Valori Intangibili

I Valori Intangibili

Vediamo insieme qualche definizione:

“La lealtà dei nostri lavoratori è il nostro attivo più alto”
Adriano Olivetti

“Sono beni identificabili, non monetari, senza consistenza
fisica che sono controllati da un’impresa per essere usati
nella produzione o nella fornitura di beni o servizi, per
essere affittati a terzi, o per scopi amministrativi. Essi sono
risultanti da decisioni o fatti passati e dai quali ci si attende
benefici economici futuri.”
International Accounting Standard Committee, 2005

“Il Capitale Intellettuale è la somma di tutto quello
che ogni persona all’interno della tua azienda conosce
in grado di fornirti un vantaggio competitivo nel mercato”
(Tom Stewart , del giugno 1991 “Brain Power- How Intellectual Capital Is Becoming
America’s Most Valuable Asset)

Ed ecco altre definizioni estrapolate dall’esperienza quotidiana e dalla frequentazione di imprenditori e consulenti:

  • Può essere rappresentato da un brand e consentire di caricare premi sui prezzi e di catturare maggiori quote di mercato
  • Come ogni altro asset è una fonte di benefici futuri
  • Diversamente dagli altri asset non ha una rappresentazione fisica
  • Può avere la forma di una scoperta o una nuova idea ed essere coperto da brevetto o copyright
  • Può essere rappresentato da un canale di vendita o da un’alleanza strategica
  • Può semplicemente essere un modo “speciale” di “fare le cose”

In una realtà economica in cui i beni e servizi cedono il posto più importante nella catena del valore alle idee, alle energie intellettuali e alla cultura, agli operatori finanziari è richiesto uno sforzo per creare conoscenza e rinnovarla costantemente in modo da trasformare quella che è destinata a diventare una commodity in un servizio ad alto valore aggiunto per il cliente, piccolo risparmiatore o investitore istituzionale.
In un simile contesto la condivisione della conoscenza è il nucleo portante dell’attività, mettendo in atto processi interattivi e soluzioni innovative nell’operatività quotidiana. Spesso i processi condivisi di creazione e reciproco scambio di conoscenza diventano la chiave del successo. La ragione di questa strategia è la profonda convinzione che la conoscenza abbia valore solo se condivisa nell’ambito dell’azienda, del gruppo, con i partner e con i clienti. Il vantaggio competitivo viene così perseguito attraverso la ricerca dell’eccellenza, dei processi intellettuali e dell’operatività quotidiana. Ponendo al centro della propria attività la qualità della relazione con il pubblico e assumendo una dimensione di ascolto e di percezione delle un’azienda supera la mera concezione di fornitura di soluzioni innovative a vantaggio della creazione di una solida e radicata cultura del servizio.
La misurazione, la quantificazione di questi valori è impossibile, ma i vantaggi che ne derivano dalla loro esecuzione e percezione sono innegabili…

Vediamo quali sono in dettaglio le risorse intangibili in Azienda:

  1. Conoscenza (ris. Umane)
  2. Capacità innovativa
  3. Accesso alle informazioni
  4. Immagine
  5. Reputazione
  6. Qualità
  7. Identità percepita
  8. Innovazione
  9. Cambiamento
  10. Fidelizzazione dei clienti
  11. Relazioni con gli stakeholders
  12. Professionalità e motivazione (ris. Umane)
  13. Imprenditorialità diffusa (ris. Umane)
  14. Formazione
  15. Brand
  16. CreAttività

E quali i valori intangibili delle Persone:

  1. Leadership
  2. Passione
  3. Empatia

Se guardiamo al valore INCORPORATO nell’azienda (sfuggente ai metodi rendicontativi economico/finanziari tradizionali) che emergerebbe se questa divenisse oggetto di transazione sul mercato dobbiamo rendicontare gli asset intangibili che alimentano l’AVVIAMENTO, la produttività, il vantaggio competitivo e la customer satisfaction.

Leggi questo articolo in PDF: I Valori Intangibili

Permalink link a questo articolo: http://www.creactivitybranding.it/i-valori-intangibili/